Il presente e il futuro degli ultra portatili

12 marzo 2008

Eee PCNel giro di un paio di anni(forse 5-6 perchè siamo in Italia), lo scenario informatico mondiale cambierà radicalmente. Perchè? Il motivo è l’invasione degli UMPC, Ultra-Mobile PC, particolari computer ultra portatili di dimensioni a metà strada tra quelle di un palmare e di un tradizionale notebook. Sono questi forse la più grande novità nel panorama computing del 2008. Si tratta di notebook dalle dimensioni ridotte (dai 5 ai 10 pollici di diagonale dello schermo) e con dotazione hardware ridotta per le dimensioni “tascabili”, ma che montano sistemi operativi e programmi di produttività e di corrispondenza usati giornalmente sui desktop in ufficio. Non si tratta certo di una novità assoluta, dato che il concetto di UMPC è nato con l’idea stessa di computer portatile negli anni 70 e si è consacrato negli anni 90 con prodotti come il Toshiba Libretto o l’HP OmniBook, ma ciò che oggi rappresenta una totale novità è il concetto di ultra mobilità a basso costo. Fino allo scorso anno gli UMPC presenti sul mercato non scendevano sotto i 1000 €, ma adesso le previsioni sono ben più rosee e ben più accessibili, anche da quei professionisti che hanno già un portatili e cercano un dispositivo poco ingombrante da portarsi dietro in riunioni e conferenze. Vediamo cosa offre il mercato.
Leggi il seguito di questo post »

Annunci