Creative Commons rilascia LiveContent 2.0

13 marzo 2008

CCCreative Commons ha rilasciato il 9 marzo, un LiveDVD di contenuti multimediali e software a licenza aperta Creative Commons chiamato LiveContent 2.0. Con questo si può provare e conoscere musica, video, fotografie, libri e materiale didattico, liberamente utilizzabile, copiabile, modificabile e ridistribuile a seconda della licenza.
Si tratta di un DVD con Fedora Core Live ed ha lo scopo di permettere ad artisti, scienziati, autori, ecc, di condividere le proprie opere con il mondo in modo da poter riutilizzare questo remix e lavorare legalmente.

The LiveContent project draws CC-licensed multimedia content from a variety of diverse projects aiming to share creativity and culture more openly. Included are photographs from Flickr.com and Wikimedia Commons, music from Jamendo.com and Simuze.nl, videos from Make Magazine, Boing Boing TV and others, books from Manybooks.net, and open educational resources from MIT’s OpenCourseWare initiative.

La carrellata di programmi utilizzabili in questa live distro è veramente vasta e svariata.
Leggi il seguito di questo post »

Annunci

Apputamenti in MARZO

28 febbraio 2008

HALLEcco alcuni dei più importanti appuntamenti OPEN del mese di marzo. Vi prego di segnalarmi altri eventi in programma.

OpenCamp 2008, Barcamp dedicato all’opensource ed al software libero, 15 marzo a Roma;

-Apertura del Google Summer of Code 2008, concorso grazie al quale Google offrirà 4500 dollari a studenti di informatica in tutto il mondo, per lavorare su progetti open source durante il periodo estivo;

-Presentazione di One Laptop Per Child (OLPC) Italia, 7 marzo a Firenze;

Java Ide Day, il 10 Marzo 2008 a Genova e il 12 Marzo 2008 a Roma, evento internazionale (prima assoluta in Italia) aperto a tutta la Java Community italiana in cui esperti internazionali, sviluppatori e studenti si confronteranno sullo stato dell’arte e il futuro degli ambienti di sviluppo Java;

Enterprise 2.0, convegno dove si analizzeranno i trend nell’applicazione delle nuove tecnologie Enterprise 2.0 e si identificheranno gli effetti di esse sui processi, le le relazioni, i modelli organizzativi e di impresa, il 12 marzo al Politecnico di Milano.


Open non è FREE

20 febbraio 2008

Iniziamo a parlare del delicato argomento delle licenze, ponendo l’attenzione a quello che è necessario pagare e a ciò che non si deve pagare.

Da it.wikipedia.org: “il software libero è software rilasciato con una licenza che permette a chiunque di utilizzarlo e che ne incoraggia lo studio, le modifiche e la redistribuzione; per le sue caratteristiche, si contrappone al software proprietario ed è differente dalla concezione open source.
Le 4 proprietà caratterizzanti del software libero sono:

– Libertà 0 -Libertà di eseguire il programma per qualsiasi scopo

– Libertà 1 -Libertà di studiare il programma e modificarlo

– Libertà 2 -Libertà di copiare il programma in modo da aiutare il prossimo

– Libertà 3 -Libertà di migliorare il programma e di distribuirne pubblicamente i miglioramenti, in modo tale che tutta la comunità ne tragga beneficio

Leggi il seguito di questo post »


Ciao mondo!!

19 febbraio 2008

L’opensource è entrato nelle piccole e medie imprese. Questo è un dato di fatto.

Sono anni ormai che la maggior parte delle pmi adottano soluzioni OPEN, non solo nelle infrastrutture web e nei sistemi operativi lato server, ma anche nelle applicazioni di office automation e di messaggistica aziendale.

-Perchè scegliere l’OPENSOURCE?
Essenzialmente perchè le soluzioni OpenSource offrono soluzioni facili da implementare a costi molto più ridotti rispetto ai molti software costosi in grado di aiutare a risolvere i problemi che giornalmente si presentano al 90% delle imprese italiane. Software a pagamento spesso includono funzionalità che alle PMI non interessano, non possiedono funzioni che sarebbero invece utili e soprattutto hanno codice chiuso e non personalizzabile a basso costo(e troppo spesso la personalizzazione ottenuta non rispecchia i reali bisogni).

-Perchè questo BLOG?
Perchè spesso le soluzioni a codice aperto non sono conosciute, sono mal descritte e difficili da individuare in un panorama così vasto. Questo blog si propone di tenervi aggiornati, di segnalarvi guide, novità informazioni e soluzioni sui sempre più correlati universi dell’OPENSOURCE e delle PMI.

-A chi si rivolge questo BLOG?
Al tecnico informatico desideroso di conoscere le soluzioni Open Source più valide per proporle ai propri clienti, ai proprietari di piccole e medie imprese interessati a migliorare il proprio business, al semplice appassionato di informatica ed opensource.